Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies anche di terze parti. 
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla Cookie Policy

ANATOCISMO ed USURA

Gli illeciti su mutui, conti correnti e leasing speso sfociano nell’anatocismo e nell’usura e, di conseguenza, nella violazione di norma imperative ed inderogabili di legge; ciò spesso rappresenta, entro certi limiti, illecito civile.

Il calcolo degli interessi e di altre competenze liquidate sui conti correnti con capitalizzazione degli interessi passivi (spesso trimestralmente) determinato sovente un “tasso annuo effettivo” superiore a quello stabilito contrattualmente ovvero un costo reale per il cliente correntista superiore a quello nominalmente pattuito all’inizio del rapporto, e ciò determina la fattispecie definita anatocismo.
La Corte di Cassazione (con la sentenza 2 dicembre 2010, n. 24418), ha più volte stabilito l’illegittimità della capitalizzazione degli interessi trimestrali e comunque di ogni forma di anatocismo.
Un’altra problematica che si intreccia con l’anatocismo è quella relativa all’usura che rappresenta principalmente un illecito penale con ovvi riflessi anche nell’ambito civile (L. 7 marzo 1996, n. 108 e 644 c.p.); si verifica quanto le “spese relative ad un finanziamento” superano oltre certi limiti il “Tasso Effettivo Globale Medio”.
 In particolare La legge 108, all’art. 1 recita testualmente:
“…per la determinazione del tasso di interesse usuraio si tiene conto delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse…”
In sintesi quanto la somma delle passività di un conto (mutuo, lesing, conto corrente, finanziamento etc), computo determinato ex L. 108 (ossia considerando gli interessi, le commissioni di massimo scoperto, le altre spese) supera il “tasso soglia” si genera usura.
Dal terzo trimestre del 2011 il Tasso di soglia o di riferimento, oltre il quale si genera l’Usura, viene calcolato come Tasso Effettivo Globale Medio (T.E.G.M. o Tasso di Riferimento) aumentato di un quarto (1/4) più quattro punti percentuali.
Il Tasso di Riferimento viene stabilito ogni anno dalla Banca d’Italia, sentito l’Ufficio Cambi, con cadenza trimestrale, suddiviso per ogni categoria di finanziamento,

In sintesi:
- l’Anatocismo (bancario), ovvero la capitalizzazione di “interessi su interessi”, è illegittima e dà titolo per ottenere la declatoria di nullità delle clausole di capitalizzazione, con diritto alla ripetizione delle somme illegittimamente incassate dalla banca (cfr Tribunale di Bologna, Sentenza del 15 maggio 2013, n. 1498);
- l’Usura (bancaria), ed il superamento del T.E.G.M., determina una fattispecie di contratto viziato all’origine con conseguente determinazione di nullità di tutte le clausole che pattuiscono gli interessi;  il contratto rimane valido solo per la restituzione della quota capitale erogata dall’Istituto finanziario. Ciò determina il recupero integrale di tutti gli interessi indebitamente pagati su contratti di Mutuo, Leasing e Finanziamento (cfr  Cassazione civile, sez. I, Sentenza n. 350 del 9 gennaio 2013 ai fini dell’applicazione dell'art. 644 c.p. e dell'art. 1815 c.c., co. 2).
Lo Studio fornisce ed effettua un calcolo di fattibilità, gratuito in tempi rapidi, stimando le somme recuperabili per effetto dell’anatocismo e verificando se ciò ha determinato la fattispecie penale del reato di usura.

Qualora emergessero le fattispecie sopra evidenziate,  lo Studio è in grado di fornire un team di  professionisti in grado di redigere una perizia tecnica asseverata e di intraprendere le azioni opportune per ottenere quanto indebitamente corrisposto.
L’attività di assistenza e consulenza garantisce una attività stragiudiziale, condotta con serietà e finalizzata ad ottenere risultati utili, celeri e soddisfacente per la clientela, e se necessario ad avviare una attività di Mediazione obbligatoria (ADR) e giudiziale

Lo Studio è a disposizione di privati, aziende, Enti No Profit ed altri Studi Professionali che intendono valutare le azioni sopra descritte.